YouTube

L’importanza di fare le liste

In passato vi ho già parlato del mio problema di pigrizia. Bene, oggi sono qui per raccontarvi come le liste hanno davvero cambiato il mio modo di vivere la giornata.

l-importanza-delle-liste

Le famose “cose da fare”

Tutti abbiamo “cose da fare”. C’è chi è più bravo a ricordarsi tutto e ad organizzare al meglio il proprio tempo, e poi ci sono le persone come me.

Io rientro nella categoria di “se non me lo scrivo me lo dimentico”. Non è sempre stato così. Ci fu un tempo in cui anche io avevo una memoria di ferro, ma credo che ormai quel capitolo della mia vita sia bello che chiuso.

Non mi resta quindi che ricorrere a trucchetti per ricordare tutto quello che devo o voglio fare. Ed è qui che vengono in mio aiuto le liste!

Le liste più comuni che mi vengono in mente sono quelle della spesa, la lista delle pulizie che devo fare in casa, la lista dei video che voglio caricare sul canale, la lista generica delle cose che voglio fare durante la giornata.

Gli strumenti migliori per fare le liste

A differenza di Fabio, che pensa che ormai tutto può essere sostituito da applicazioni per lo smartphone, io sono ancora affezionata alla buona vecchia carta. E’ questo il mezzo che utilizzo per organizzare le mie giornate. Prendo un foglio e inizio a creare il mio elenco. Poi mi assicuro di posizionare la lista in un luogo a me visibile, per poterla consultare spesso e per segnare le cose che ho già portato a termine.

agenda-settimana

Devo ammettere però che le applicazioni possono davvero tornare utili. Personalmente non ho scaricato nessuna app particolare per il mio smartphone, ma mi limito ad utilizzare l’app per le note inclusa nel mio telefono, ovvero Keep.

Con Keep, oltre a creare delle liste, posso anche impostare dei promemoria che mi avvisano tramite notifica all’ora desiderata. Questo mi aiuta tantissimo per gli impegni ricorrenti, come prendere farmaci o integratori e mi ricordano di fare attività fisica. Insomma, le notifiche sono sempre utili.

Però, secondo me, la carta è molto più pratica per organizzare i propri impegni. Le liste su carta sono più facili da visualizzare e depennare, possiamo agilmente modificare i vari punti, aggiungendo note o commenti. Non so voi, ma se io scrivo le cose a penna è più facile che me ne ricordi.

Come organizzo le mie liste

Personalmente, non credo che per stilare una lista ci sia bisogno di un’agenda costosa e mille washi tape.

La mia agenda è in realtà un quaderno con copertina rigida acquistato da Tiger per 2 euro. Ho provveduto io a “disegnare” un calendario settimanale sulle pagine di questo quadernino.

Non uso adesivi, solo qualche post it ogni tanto. Non mi piacciono i fronzoli perché mi distolgono dal focus di “fare cose”. Nella mia to do list quotidiana non troverete mai “decorare la mia agenda”!

Quindi, come organizzo le mie liste? Inizio appuntando gli impegni sul giorno in cui si terranno. Poi, ogni giorno scrivo quello che devo o voglio portare a termine durante quella stessa giornata. E quando completo una voce della lista, semplicemente la spunto.

liste-settimanali

Può capitare, per mancanza di tempo (o di voglia, lo ammetto tranquillamente) che una voce dell’elenco non venga effettivamente svolta. A quel punto la barro, ma mi impegno a svolgere quel compito nei giorni successivi.

Cerco sempre di non trascinare una voce oltre la settimana corrente!

Io faccio liste giornaliere e liste mensili.

Le liste mensili contengono tutte quelle attività che mi impegno a portare a termine nell’arco di quel mese.

Tra un mese e l’altro, infatti, ho creato le pagine “fatto in questo mese” e “da fare in quest’altro mese”.

Per queste sezioni vale la stessa regola delle attività giornaliere: se riesco a realizzare quella cosa la spunto, altrimenti la barro e mi impegno a farla nel mese successivo.

liste-mensili

Per quanto riguarda invece la pianificazione del blog o del canale YouTube, mi limito a stilare un elenco di idee per nuovi video o nuovi articoli. Ho acquistato una bacheca in sughero IKEA e l’ho riempita di foglietti che consulto ogni volta che ne ho bisogno.

Le mie liste non vengono organizzate per priorità. Se segno una cosa per quel giorno è perché la reputo già importante e so che ha una priorità più alta rispetto ad altre attività che non sono presenti su quel giorno.

Tuttavia, per alcuni può essere utile distinguere le cose con priorità più alta da quelle meno urgenti.

Pensate a tutte le liste di cui potreste aver bisogno e iniziate semplicemente a stilare un elenco di cose che sapete di dover fare.

Potete scegliere di organizzare le liste per categoria: spesa, famiglia, lavoro, acquisti, ecc. Le opzioni sono davvero tantissime.

liste

 

Come l’organizzazione mi ha reso più produttiva

Organizzare il mio tempo in questo modo mi ha reso molto più produttiva e meno pigra. Inoltre, a fine giornata, posso dire di essere soddisfatta delle cose che ho fatto e non mi sento inconcludente!

Essere operativi è come fare allenamento fisico: all’inizio è più difficile mantenere la concentrazione su quello che bisogna fare, ma con il tempo e l’allenamento, possiamo arrivare a livelli di produttività che non pensavamo possibili. Tuttavia, per mantenere un certo livello di attenzione, bisogna continuare a “fare cose” ogni giorno.

lista-per-fabio
Ecco un esempio delle liste che lascio a Fabio 😛

E voi come organizzate le cose che dovete fare? Ricorrete anche voi alle liste o potete anche farne a meno? Quali sono per voi le liste più utili? Raccontateci la vostra esperienza!