Natale, Primi, Primi piatti, Ricette

Ravioli fatti in casa (senza uova), ripieno con cavolo cappuccio

Dopo una giornata stressante come questa, l’ultima cosa che pensavo era di mettermi a preparare i ravioli fatti in casa. Tuttavia, l’ho trovato molto terapeutico: preparare la pasta fatta in casa con la nonna papera che ormai riposava nell’armadio da mesi, utilizzare il tagliapasta. Tutti attrezzi che puntualmente dimentico di avere, ma che ogni tanto andrebbero valorizzati. Così ho pensato di preparare questa cena speciale!

A casa avevo solo pochi ingredienti che si prestavano alla preparazione di questi ravioli. Visto che volevo utilizzare anche delle verdure all’interno della ricetta, ho optato per il cavolo cappuccio.

Da quando siamo tornati dal Giappone, il cavolo cappuccio è stata la verdura che abbiamo consumato di più, e continuerò a comprarla finché sarà di stagione.

ravioli-fatti-in-casa-cavolo-cappuccio

Ma ora basta parlare e vediamo come ho preparato questi ravioli giganti fatti in casa!

Ingredienti per ravioli per 4 persone

Per la pasta fatta in casa:

  • 200 gr di semola di grano duro
  • 100 ml di acqua

Per la farcitura dei ravioli:

  • 230 gr di cavolo cappuccio
  • 230 gr di fagioli borlotti
  • sale QB
  • olio extravergine d’oliva
  • pepe nero QB

Iniziato dalla pasta. Ho scelto la semola di grano duro perché è la più appropriata a questo tipo di preparazioni. L’ho pesata e ho aggiunto l’acqua. Ho impastato per bene la pasta con le mani, fino ad ottenere un bel panetto liscio. Quindi ho lasciato riposare la pasta coperta. Intanto ho preparato il ripieno dei ravioli.

Per prima cosa, ho tagliato il cavolo cappuccio a striscioline sottili e l’ho lasciato stufare in una padella antiaderente con un filo d’olio evo e mezzo bicchiere d’acqua. Ho coperto con un coperchio la padella e ho lasciato stufare per circa 10 minuti a fuoco basso. Trascorsi i 10 minuti, ho tolto il coperchio e ho alzato la fiamma. Ho cotto ancora qualche minuti il cavolo cappuccio per far evaporare l’acqua in eccesso.

Una volta pronto sono andata a scolare i fagioli borlotti (io ho utilizzato quelli in scatola per praticità).

Ho messo all’interno del mixer i fagioli e il cavolo cappuccio. Ho aggiunto il sale e un po’ di pepe nero macinato al momento. Ho quindi azionato il mixer, il tempo di ottenere una bella crema liscia. Ho lasciato riposare il ripieno dei ravioli.

E’ giunto il momento di tirare fuori la nonna papera! Ho lavorato velocemente la pasta e l’ho divisa in tre parti, per stenderla con più facilità.

Ho iniziato dallo spessore più grosso, che sulla mia macchina per tirare la pasta è il livello 7. L’ho lavorata fino ad ottenere uno spessore da livello 5.

ravioli-fatti-in-casa-cavolo-cappuccio-aperti

Quindi ho allineato la sfoglie ottenute sul piano da lavoro infarinato e, con l’aiuto di un cucchiaio, sono andata a posizionare piccole porzioni di ripieno sulla pasta.

Ho bagnato la pasta intorno al ripieno e ho chiuso i miei ravioli. Nel chiuderli, sono stata molto attenta a far uscire l’aria. In questo modo i ravioli saranno ben sigillati e non si apriranno in cottura.

Ho tagliato i miei ravioli con l’aiuto di un rullo tagliapasta.

Quindi ho messo a bollire l’acqua, l’ho salata e, quando ha raggiunto il bollore, ho lasciato cuocere i ravioli per qualche minuto. Il tempo di cottura dipenderà dallo spessore della vostra sfoglia. Io li ho lasciati cuocere circa per 3 minuti.

ravioli-fatti-in-casa-cavolo-cappuccio-crudi

Ho scolato i ravioli con l’aiuto di una schiumarola e li ho posizionati sui piatti.

Io ho scelto di condire i ravioli con del pepe nero macinato al momento, una bella spolverata di noce moscata, un filo d’olio extravergine d’oliva e un po’ di prezzemolo. Il risultato è stato comunque molto saporito, anche senza l’utilizzo del burro.

Ovviamente potete scegliere di farcire e condire i vostri ravioli come più vi piace e soprattutto con quello che avete a casa!

Leggi anche la ricetta dei ravioli fatti in casa alla zucca!

Spero che questa ricetta vi sia piaciuta. Non richiede molto tempo per essere realizzata e il risultato sarà sicuramente apprezzato dai vostri ospiti.

Se avete consigli, fatevi pure avanti! Sono qui anche io per imparare 🙂